Stampa

Chiunque usa questa invocazione - contemplazione, concede il permesso alle divine energie di venire ad aiutarlo nel processo di Ascensione. Essa attiva l'espansione della coscienza e ci aiuta a capire e ricordare la nostra origine divina. Ci permette di specchiarci nella luce cristallina che circonda ora Madre Terra, e la rimanda nella nostra anima e nel nostro corpo.

Aiuta ad aumentare le nostre vibrazioni e ci permette di diventare più centrati in noi stessi e maggiormente aperti alla scintilla divina o Coscienza Cristica in noi. Questa Invocazione è un Decreto di Ascensione, e proviene dalla Coscienza Cristica. Bisogna pronunciarla comprendendo il significato delle parole, e non ripeterle a memoria senza dar loro il giusto valore.

IO SONO
IO SONO UNO con tutto ciò CHE È
IO SONO UNO con la Mente Divina Universale
IO SONO UNO con la Sorgente della Vita
IO SONO UNO con tutte le forme di vita ed Esse sono UNO con me
IO SONO AMORE
IO SONO LUCE
IO SONO PACE
IO SONO

IO SONO

Questa affermazione intende sottolineare chi siamo veramente, farci prendere coscienza che esiste una "IO SONO presenza" in noi, come DIO o Sé superiore. Questa affermazione ci aiuta a focalizzarci nella Coscienza Cristica in noi, aiutandoci a ricordare la nostra divinità: "IO SONO come corpo di Luce". Va ricordato che il chakra dell'IO SONO è l'ottavo, o chakra dell'anima.

Affermando "IO SONO" possiamo portare la nostra coscienza nel Corpo di Luce ed attivare la sua forma, il suo sentire e le sue possibili esperienze nel corpo fisico. Quando entreremo in risonanza con l'IO SONO, cominceremo a percepire e vedere la vera Luce, e più lo affermeremo e più velocemente saremo attivati ed integrati con il Corpo di luce.

Si può usare questa affermazione così com'è oppure personalizzarla, aggiungendovi qualche parola. Queste nuove parole andranno immediatamente alla nostra mente superiore, a cui daremo la possibilità di comunicarci a che punto siamo con il nostro sviluppo nei confronti di Dio Madre/Padre, nostro Creatore.

Possiamo affermare IO SONO e poi stare in silenzio per un po'. Se percepiremo qualcosa di negativo, capiremo che in qualche area della nostra vita vi è una disarmonia, che probabilmente dovremmo mettere a fuoco e risolvere. Cerchiamo di farlo silenziosamente, dentro di noi, ascoltando la voce interiore per capire cosa non và. Possiamo usare questa affermazione in ogni momento della giornata, ed attendere una risposta.

Usando delle affermazioni corrette, come: "IO sto ascendendo", "IO mi sto rigenerando", "IO SONO un figlio di Dio", "IO SONO UNO con il mio Sé superiore", gradualmente aumenteremo il nostro livello di coscienza, fino a diventare veramente uniti con la Divinità. Usando l'IO SONO, potremo notare i nostri progressi e quanto più essi diventeranno apprezzabili anche a livello mentale. Se desideriamo ricordare il nostro vero "nome dell'anima", possiamo usare l'IO SONO con quest'intento nel cuore. Forse ci verrà data una sillaba, una lettera, e magari, gradualmente, potremo ricordare tutto il nostro vero nome spirituale.

IO SONO UNO CON TUTTO CIÒ CHE È

Nei testi sacri viene descritta la grande magnificenza di Dio Padre/Madre, Architetto di tutte le Creazioni delle quali ognuno di noi altro non è che una microscopica parte. L'affermazione "IO SONO UNO con TUTTO CIÒ CHE È" ci libera da tutte le limitazioni che abbiamo subito nei confronti della conoscenza e della comprensione.

La nostra coscienza, infatti, è stata tenuta ancorata nella 3ª dimensione facendoci ripetere le esperienze tridimensionali per molti eoni di tempo.

Dobbiamo affermare che "IO SONO UNO con TUTTO CIÒ CHE È", che "siamo parte di questa grandezza, della Divinità dentro di noi", che siamo una cosa unica con DIO Padre/Madre nostro Creatore.

Siamo stati lontani dalla Coscienza Divina per moltissimo tempo ed ora, con questa affermazione, aumenteremo la capacità di contattarla di nuovo e scopriremo come, nel tempo, le parole "IO SONO UNO con TUTTO CIÒ CHE È" acquisteranno un maggior significato.

Con queste parole ci avvicineremo alla Coscienza Universale, ci avvicineremo all'Unicità di tutte le Creazioni, con TUTTO CIÒ CHE È.

In questo modo potremo lasciarci alle spalle la coscienza limitata di 3ª dimensione per arrivare a comprendere le multidimensioni ed i multiuniversi. Non solo, ma ci apriremo pian piano, alla Coscienza Cristica in cui ci stiamo risvegliando.

Se ripeteremo l'affermazione nel centro del nostro cuore, innalzeremo le nostre vibrazioni, e le vibrazioni più elevate ci permetteranno di comprendere chi veramente siamo, aiutandoci a ritornare partecipi del Grande Tutto.

Dicendola con intenzione, proprio nel nostro cuore, potremo avvertire una specie di accelerazione, come se si stesse verificando un aumento d'energia e di vibrazioni nelle nostre cellule. L'affermazione ha infatti il grande potere di attivare e integrare il Corpo di Luce con tutte le cellule del nostro corpo fisico.

IO SONO UNO CON LA MENTE DIVINA UNIVERSALE

In queste parole è contenuto un messaggio di grande saggezza, esse significano infatti che la nostra mente è sempre stata collegata con la Mente di Dio. La nostra mente è semplicemente uno strumento, un'estensione della mente di Dio.

Purtroppo, un cattivo uso del libero arbitrio, ci ha portato a dimenticare come il Divino si unisca e lavori nella nostra piccola mente. Più si comprende quanto abbiamo ostacolato questa unione nel passato e più saremo spinti ad affermare: "Io voglio che la Volontà del Padre sia fatta su di me, qui ed ora".

In altre parole, desidereremo mettere da parte la nostra volontà personale, per poter realizzare appieno la Volontà del Padre, la Volontà della Mente Divina Infinita. Questo dovrebbe essere il nostro modo di vivere, a cui ci stiamo avvicinando, e dove tutto quello che faremo sarà in totale allineamento con la Volontà Divina in tutte le dimensioni.

Più sceglieremo di ripetere queste parole durante la nostra vita quotidiana, e più innalzeremo le nostre vibrazioni, portandole in assonanza con quelle della Mente di Dio.

IO SONO UNO CON LA SORGENTE DELLA VITA

Proviamo a riflettere su queste parole nel centro del nostro cuore, cercando di afferrarne il loro profondo significato. Se davvero "Siamo Uno con la Sorgente della vita" dovremmo essere immortali. Come potrebbe essere altrimenti?

Se siamo Uno con questa Sorgente, dovremmo avere il potere di rigenerarci continuamente, ringiovanire in qualunque forma ci trovassimo e per tutto il tempo per cui abbiamo scelto di restarci oppure fino al momento in cui sceglieremo di andare verso altre esperienze di coscienza, in altra sfera o altro livello.

Tutte le limitazioni proprie della 3ª dimensione possono terminare, possiamo decidere di non accettarle più e mettere al loro posto la Vita e l'Immortalità. L'ormone della morte che abbiamo nelle nostre strutture cellulari, deve cedere il posto all'ormone della vita eterna. Ora possiamo fare questa scelta perché conosciamo come stanno le cose. Sappiamo che la Sorgente della Vita è immutabile ed eterna.

Ora sappiamo, non crediamo, che siamo UNO con la Sorgente della Vita, pertanto sappiamo che ciò che chiamiamo morte, imperfezione, degenerazione cellulare, non possono e non fanno parte del Piano divino. Ci dovrebbe essere facile comprendere come queste cose non possono far parte dei disegni divini, sono solo il riscontro della scelta fatta dall'umanità quando scelse di separarsi dalla Sorgente della vita, in quella che, nelle sacre Scritture, fu chiamata "La Caduta dell'Uomo".

"Noi siamo UNO con la Sorgente della Vita". Pertanto dovremmo usare questa affermazione con l'intento di terminare le esperienze di morte e degenerazione che portiamo dentro di noi, codificate nella mappa genetica attraverso molte vite. Questa è, infatti, un'affermazione propria dell'Ascensione in dimensioni superiori, che ci libera dal ciclo continuo delle rinascite a cui si è soggetti nella 3ª dimensione.

Le idee di degenerazione, imperfezione e morte, sono state una creazione del nostro Ego, non fanno parte del Piano Divino. Cerchiamo perciò di sentirci uniti con la Sorgente della Vita, di percepire l'immortalità dentro di noi, dentro il nostro vero essere. Ora possiamo davvero scegliere di cambiare i vecchi programmi, i vecchi condizionamenti e le vecchie credenze su cui ci siamo basati per moltissimo tempo. La scelta è solo nostra.

Facendo questo auto addestramento noi stiamo manifestando le potenzialità insite nella nostra natura divina, stiamo diventando Maestri di Luce e di forme, invece di maestri di limitazioni.

IO SONO UNO CON TUTTE LE FORME DI VITA
ED ESSE SONO UNO CON ME

Questa affermazione non si riferisce alle sole forme di vita che sono sul pianeta, ovvero quelle umane, animali, piante e minerali. Essa include anche tutti coloro che sono sopra di noi: Esseri Angelici o Maestri.

È facile comprendere che quando cominciamo a sentirci Uno con il Tutto, non saremo mai più capaci di recare danno ad un'altra creatura, sia essa una persona, un animale o qualunque altra forma vivente, perché sarebbe come se facessimo del male a noi stessi. Se avremo bisogno di usare certe forme di vita come alimento (vegetali o frutti), lo faremo con amore e gratitudine, comprendendo come noi siamo uniti ad esse; ed esse si sacrifichino per il nostro utilizzo.

Quando l'umanità intera comprenderà la sua unità con tutte le forme di vita, sarà in uno stato di puro Amore Cristico, questa è la consapevolezza che sta maturando ora nelle nostre coscienze. Motivati dall'Amore Cristico cominceremo a trattare le altre persone, gli animali e tutto il pianeta, con rispetto ed amore lavorando per il bene del tutto, perché noi siamo UNO con TUTTI.

Va sottolineato che questo lavoro di crescita, che facciamo individualmente su noi stessi, aiuta tutta l'umanità nel suo processo di risveglio. Questo è quello che sta avvenendo. Tutti alla fine vivremo in Amore, armonia e unità l'uno con l'altro, in una grande famiglia unita con la Madre Terra.

Quest'affermazione include miriadi di forme di vita, che non conosciamo, nella molteplicità delle loro forme, poste in altre galassie e universi. Include inoltre coloro che sono sopra di noi: Esseri Angelici, Maestri, ecc. La differenza tra noi e loro è che loro sanno chi sono e vivono in armonia con questa conoscenza. Noi, passo dopo passo, stiamo raggiungendo la stessa condizione. Questi Esseri sono solo alcuni passi più avanti di noi, e ci stanno guidando. Non dobbiamo pensarli come Esseri a noi superiori, sono solo nostri Fratelli nella Luce.

C'è un'unità tra le Forme di Vita che noi non possiamo ancora percepire, perché si trovano in manifestazioni di spazi e tempi differenti. Possiamo chiamarle "Extraterrestri", o "Signori della Luce", ci sono molti termini perché ci sono molti universi, dimensioni e forme di creazione. Noi siamo UNO con loro e con il Tutto.

IO SONO AMORE

"IO SONO AMORE", è un'altra affermazione che ci ricorda la nostra unione con DIO, il Creatore e la Sorgente di tutto l'Amore. Noi siamo un'estensione di quest'Amore, perciò dovremmo sempre ricordare che l'Amore fa parte della nostra natura più intima, e sottintende tutta la Creazione e tutti gli universi. L'affermazione "IO SONO AMORE", andrebbe detta nel profondo del nostro Cuore perché essa unisce tutta la Creazione.

In pratica, cosa significa per noi "Essere Amore" nella vita di tutti i giorni? Come sono le nostre azioni e reazioni nelle relazioni con gli altri? Certo, non è facile esprimere amore per coloro con cui non siamo in armonia. Sarebbe assai più facile se ricordassimo che in ogni persona che abbiamo di fronte c'è la Divinità, anche se non è visibile o manifesta.

Nostro Fratello Gesù, e molti altri Maestri, ci hanno dato l'esempio di un amore totale, accettando chiunque, non importava la sua apparenza o ciò che faceva nella vita. Essi accettavano tutti così com'erano, perdonandoli sempre. Cerchiamo di farlo anche noi, offrendo un perdono completo anche a noi stessi.

Lasciamo andare il passato, ciò che è successo, le parole che abbiamo udito o pronunciato, le ripicche, le vendette, gli odi e i rancori. Offriamo il perdono e l'Amore a noi stessi al fine di accettarci completamente, così come siamo, ed offriamolo agli altri per poterli accettare, così come sono.

Se nel far questo incontriamo qualche difficoltà, possiamo pensare all'amore che sentiamo per i nostri figli, genitori, partner o animali. Una volta che siamo riusciti a sperimentare questo amore nella sua completezza, usiamolo per perdonare agli altri e a noi stessi per tutte le mancanze della nostra vita, quelle che ricordiamo ed anche quelle che non ricordiamo più. Ed usiamolo pure per comprendere e amare tutti coloro che incontriamo, senza alcuna distinzione o limitazione.

IO SONO LUCE

La Luce è una manifestazione dell'Amore, e l'Amore fa parte integrante della natura del nostro Creatore, la nostra Sorgente.

Va ricordato che l'Amore e la Luce hanno un partner: La Gioia. Così quando diciamo "IO SONO Amore, IO SONO Luce", lo dobbiamo dire con Gioia e con tutto il nostro essere.

Questa affermazione ha la grande proprietà di portarci in contatto con il nostro Corpo di Luce. Tale Corpo fa parte del nostro essere, ma non è ancora giunto alla sua struttura completa, a causa del nostro DNA attuale che consta di soli due strati. Mano a mano che altri strati si stanno attivando, sarà sempre più facile percepirlo, cellula dopo cellula. Se cercheremo di visualizzarlo mentre pronunciamo questa affermazione, prenderemo coscienza del fatto che esso si sta integrando nel corpo fisico, sempre di più.

"IO SONO LUCE" è correlata al nostro ottavo chakra. Questo mostra come tali parole coprano tutti i livelli e le manifestazioni della LUCE.

IO SONO PACE

È certamente difficile, in questo mondo frenetico, comprendere una condizione in cui essere veramente in pace, rilassati, con accettazione totale, senza tensioni, senza ansietà. Cosa causa tensione e ansietà nella nostra vita? Le paure: tutte le paure che sorgono a causa della nostra vita materiale.

Quando spostiamo la nostra attenzione dagli interessi mondani a quelli spirituali, allora riusciremo a togliere queste tensioni dalla nostra vita. Le paure ci lasceranno e rimarrà solo la PACE. Questo ci aiuterà a sentirci bene a tutti i livelli.

Quando arriveremo davvero a sentirci "UNO con la Divina Sorgente", allora non avremo più nulla da temere. Dobbiamo fare di tutto per sviluppare questa concezione dell'esistenza. Dobbiamo esprimere pace con le parole, con i gesti, in ogni rapporto con gli altri e con tutto quello che ci circonda. Dobbiamo rilasciare pace e armonia intorno a noi, anche a costo di qualche sacrificio.